sabato 20 dicembre 2008

..Manca poco...


Free Christmas Countdown

Inamidate le tovaglie rosse, lucidate l'argenteria, contate i posti a tavola, comprate le ultime prelibatezze, definite le ultime ricette, incartate l'ultimo regalo, pensate a cosa indossare (magari in coda al supermercato..sob..), mandate gli ultimi auguri, redarguite il marito che non collabora, attaccate l'ultima palla all'albero, mettete il cd di canzoni natalizie, nascondete la bilancia :-))!!...e che la festa abbia inizio!

Nei prossimi giorni, tra una settimana, quando rientreremo dall'Italia, nuove ricette..

Nel frattempo, Buon Natale a tutti voi, a chiunque passi di qui per sbirciare qualche ricetta.

venerdì 19 dicembre 2008

Mousse di Zucca e Cachi


Un sorbetto dolce dolce dai colori natalizi, ideale da servire a conclusione di un pasto abbondante, quindi perfetto per queste giornate frenetiche costellate da inviti a pranzo, cene con colleghi (a proposito questa sera anche per noi la tipica pizzata, un must tra gli italiani all'estero, Beppe Severgnini docet) regali culinari, sempre graditissimi!!
Giusto in questi giorni Simone, la mia dolce metà (di solito non uso questo termine, sarà tutta la cioccolata di cui, ahimè, mi sto nutrendo da due settimane a questa parte che influisce anche sui miei neuroni!!?) sta portando a casa regali dai suoi alunni, bambini delle elementari, le cui mamme italiane, trapiantate qua in Svizzera ormai da due, anche tre generazioni, e fiere della propria italianità ma soprattutto origine regionale, ci inondano di dolci, vini e robine prelibate con l'intento di farci partecipi della regione dalla quale provengono.
Parentesi a parte, questo sorbetto è fatto con l'agar agar, che i giapponesi chiamano kanten, è una polvere che deriva da un'alga rossa ricca di alginati ( sostanze gelatinose ) e minerali.
I fiocchi o le barre di agar agar servono per produrre gelatine di sapore neutro e piu' o meno consistenti a seconda della quantità utilizzata, ma sempre prive di sostanze animali e schifezze varie.
E' priva di calorie , ricchissima di calcio e puo' avere un leggero effetto lassativo.



1 litro di succo di mela
3 c. di agar agar in polvere
250 gr. di malto di riso
1 pizzico di sale
200 gr. di zucca cotta a vapore
200 gr. di polpa di cachi
2 C. di mirin

Scaldare il succo di mela, aggiungere il malto e l'agar agar e portarli a ebollizione, spegnere il fuoco e lasciar raffreddare fino alla formazione completa della gelatina.
Mettere la gelatina fredda in un frullatore (o usare il frullatore a immersione) assieme a zucca, cachi e mirin e frullare molto bene per qualche minuto.
Servire la mousse in coppette con qualche fogliolina di menta (che io non avevo).
Devo dire che il risultato è una mousse buonissima, molto fresca, dolce, nonostante non ci sia un grammo di zucchero, ma, unica pecca, il gusto della zucca emergeva poco, in quanto le zucche non sempre sono saporitissime; la prossima volta tenterei di rifarla con solo polpa di cachi raddoppiando la dose.

martedì 16 dicembre 2008

"Chili" di Fagioli neri


I fagioli sono semi che costituiscono il magazzino della forza vitale nel mondo vegetale e sono un'eccellente sorgente di proteine, olio, fibre, nonchè calcio e altri minerali.
Essendo un cibo molto potente, possono essere difficili da digerire, per cui è sufficiente consumarne una piccola porzione.
Io ne cucino in quantità abbondante poichè il giorno dopo posso riutilizzarli mescolati a una pasta per presentare un classico, pasta e fagioli.
Inoltre, per rendere i fagioli piu' digeribili, sarebbe preferibile ammollarli per 10-12 ore con un pezzettino di alga kombu, sciacquarli e successivamente cuocerli in pentola a pressione per 40 minuti con la kombu a fuoco basso.
L' alga kombu è un'alga che non va mangiata, quindi dopo la cottura va eliminata o conservata per un' altra cottura poichè ricchissima di sodio, è un alimento che rafforza il sangue ed è molto potente per eliminare le tossine dal corpo, le proprietà che rilascia al momento della cottura del legume sono sufficienti per il nostro fabbisogno.






1 cipolla
1 spicchio d'aglio
1 gambo di sedano
un rametto di rosmarino
700 gr. passata di pomodoro
1 bicchiere di vino bianco (facoltativo)
4 C di olio d'oliva
300 gr. di fagioli neri lessati
shoyu q.b.
1 bicchiere d'acqua
peperoncino e cumino q.b.


Tritare le verdure, riporle in una pentola con l'olio, il rosmarino, mezzo bicchiere d'acqua e far rosolare per qualche minuto; quindi unire i fagioli, far insaporire un pò a fiamma alta, unire il vino e farlo evaporare. A questo punto aggiungere il pomodoro, mezzo bicchiere d'acqua, portare a ebollizione, mettere il coperchio e cuocere per 20-30 minuti.
Regolare il gusto aggiungendo un pò di shoyu e le altre spezie. Ottimo servito con riso basmati integrale.

domenica 14 dicembre 2008

Torta golosa al Cioccolato


Una morbida torta al cioccolato per una festa di Natale.
Invece del malto di mais, che non avevo in casa, ho usato solo sciroppo di acero ma in dosi minori 200 gr. invece dei 200 di malto + 50 di sciroppo.
La ricetta è di un cuoco della Sanagola, la scuola di cucina che ho frequentato a Milano.


Ingredienti:

120 gr. olio di mais

1 T caffè freddo

200 gr di malto di mais

50 gr sciroppo acero

300 gr di farina tipo '0'

1 pizzico sale

1/2 c cannella in polvere

200 gr nocciole grattuggiate

100 gr di cioccolata fondente tritata

1,5 bustine lievito per dolci (ho usato il cremortartaro).

Mescolare tutti gli ingredienti secchi, aggiungere quelli liquidi e, se l'impasto risultasse troppo asciutto, aggiungere del latte di riso. Versare in una forma per torte oliata, infornare nel forno caldo a 180° per circa 45-60 minuti.

giovedì 11 dicembre 2008

Neve, neve e ancora neve...

Sono due giorni che nevica senza interruzione, ecco come si presenta il paesaggio in questo periodo...











Confesso che prima di trasferirmi in Svizzera non è che fossi così appassionata di montagna, laghi e paessaggi innevati, ma devo ammettere che il paesaggio qui è talmente bello (lago e montagne) che è riuscito in poco meno di un anno a conquistarmi.
La neve ha davvero una magia speciale, perchè scende silenziosa, rende l'atmosfera ovattata e intima, quasi poetica, e poi l'entusiasmo e la felicità dei bambini contagia anche gli adulti.
Per ricaricare le energie e affrontare il freddo propongo un piatto energetico ma leggero: stufato di tempeh con cous cous.

Il cous cous è un piatto che ricorre spesso nella mia cucina in varie versioni, salato, dolce, in crema o freddo in insalata poichè è un cereale adorato da mio marito ;-)), qui è in versione 'bianca' ma sarebbe meglio acquistarlo integrale, si trova ed è ottimo.
Il tempeh invece (questo sconosciuto!) così come il tofu è un alimento di sola origine vegetale. Questo lo rende una scelta nelle diete vegetariane o vegane. Essendo fermentato è facilmente digeribile. Il tempeh contiene più proteine rispetto alla carne, non ha le controindicazioni della carne (aumento del colestrolo e affaticamento dei reni), è ricco di acidi grassi essenziali, calcio, ferro e vitamine del gruppo B, inclusa la B12. Queste sostanze si rivelano utili nel trattamento di una vasta gamma di disturbi quali menopausa e malesseri correlati, stati carenziali, esaurimenti, nevriti. È ricco inoltre di omega 3 e fornisce i fitoestrogeni della soia, che stanno dimostrando un ruolo fattivo nella prevenzione del cancro. Povero di sodio e di zuccheri non é controindicato agli ipertesi e diabetici ed ha una funzione antibatterica e antibiotica. Inoltre è ricco di fibre, che aiutano le funzioni digestive e intestinali.
100 g di Tempeh apportano circa da 200 calorie.

Ingredienti:
300 gr. di tempeh naturale
2 cipolle
2 zucchine
30 gr di funghi secchi
1 c capperi
1T passata di pomodoro
1T di vino rosso

Tagliare le cipolle, le zucchine e il tempeh a cubetti. Saltare le verdure con un pizzico di sale per 5 minuti, aggiungere il tempeh e i funghi. Lasciare andare per altri 10 minuti, poi versare il vino, la passata di pomodoro ed i capperi. Abbassare la fiamma e cucinare per mezz'ora. A fine cottura aggiustare il gusto a piacimento con dello shoyu.
Per il cous cous il rapporto è 2 bicchieri (o tazze) di cous cous e due bicchieri d'acqua.
In una casseruola versare il cous cous con 1 C d'olio, mescolare e tostare per 5 min. a fuoco medio facendo attenzione a non bruciare. Spegnere il fuoco, versare l'acqua precedentemente fatta bollire con il sale e coprire. Lasciar gonfiare per 15 min.

P.S. Dedico questo post a mia suocera, cuoca eccezionale ma negata per il cous cous (almeno è quello che pensa lei)..forse seguendo questa ricetta potrà ricredersi e capire che cucinare il cous cous con la ricetta giusta non è poi così difficile ;-))

mercoledì 10 dicembre 2008

Crema di Tofu

Oggi voglio proporre una crema di tofu sfiziosa da spalmare su pane nero o bruschette. Ideale da proporre come antipasto, il tofu contiene pochi grassi, molte proteine ed è facilmente assimilabile, è largamente diffuso in Oriente e sempre piu' utilizzato da noi in Occidente. L'uso del tahin è opzionale, io non l'ho usato in quanto non amato da mio marito uff...;-))...A seguire domani un patè di alghe e l'ormai conosciutissimo Hummus di ceci.


Tofu gr. 200, 1 limone
prezzemolo e/o basilico
olio
shoyu
tahina (opzionale)
Fate a pezzetti e frullate il tofu inseme al succo di mezzo limone e con poco della sua scorza grattuggiata, qualche foglia di prezzemolo o basilico, shoyu quanto basta, un cucchiaio di tahina e olio. Spalmate la crema su fette di pane o su crostini integrali.