domenica 25 aprile 2010

Budini di Miglio con coulis di Lamponi


Panna cotta?? nooooo.. Budini alla crema pasticcera?? noooo..ma che cosa sarà mai questa robina qua?? budinetti di miiiglioooo!!!...ahhh! ebbene si, un ritorno al miglio, cereale decisamente più invernale, legato all'energia terra che cura pancreas e stomaco, si appunto il mio povero stomachino martoriato da antidolorifici assunti in dosi massicce ultimamente per un fastidioso dolore muscolare; di conseguenza urgono rimedi per lo stomaco, quindi oltre che a kuzu e umeboshi sciolti in acqua e fatti bollire con aggiunta di un cucchiaino di shoyu (rimedio che rafforza la digestione, alcalinizzando il tratto digerente, per debolezze inestinali, per scaldarsi, per affaticamento generale) ecco il mio simil budino.
Buono era buono, certo non aspettatevi la stessa dolcezza di una panna cotta, ma se lo rifacessi non metterei più agar agar ma lo servirei come cremina, anche tiepida..era molto più buono in crema.
Inoltre è ideale per la prima colazione, per chi si sente stanco poi il miglio è il cereale ideale perchè si da ai convalescenti.



  • 1/2 litro latte di riso o soia
  • 1 litro di acqua
  • 1 pizzico di sale
  • buccia gratt. di una arancia e olio essenziale
  • 1 pizzico vaniglia o canella
  • malto di riso o sciroppo d'acero o succo d'agave a seconda di quanto lo vogliamo dolce
  • 150 gr di miglio
  • agar agar in fiocchi (ho seguito le indicazioni sulla confezione)
Lavare il miglio e metterlo in una pentola con latte, acqua, sale e agar agar. Portare a bollore e cuocere a fuoco basso per 45 minuti. Togliere dal fuoco e frullare bene con il frullatore a immersione. Aggiungere il dolcificante (malto o sciroppo acero o succo agave), mescolare bene e riportare a bollore per pochi minuti, aggiungere la buccia di arancia e vaniglia.
Versare in stampini e aspettare che si raffreddino.
Per il coulis:
mettere i lamponi in un frullatore con 2 C di malto di riso e poca acqua e frullare.

15 commenti:

marifra79 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
SUSY ha detto...

Mi interessa molto questa ricetta, anch'io in questo periodo sono alla ricerca di piatti diversi dal solito!
Complimenti!!!

fantasie ha detto...

Quanto ti adoro per questi budini alternativi naturalmente gluten free!!!

valina ha detto...

Uh, coccoloso!! Sabato ho avuto la mia prima consulenza da M.Halsey.... il mio problema principale è proprio il pancreas, x cui tutte le mattina il rimedio che hai citato ( kuzu e umeboshi + shoyu ) e come piatto consigliato miglio e zucca ( tra i tnt ) ....direi che qst dolcetto fa x me! :-D

Isafragola ha detto...

sembra proprio buono, anche come come merenda per il tupilotto!

eli ha detto...

Non avevo mai preso in considerazione il miglio in versione dolce!
mi sembra buonissimo ;)
Spero che i dolori siano passati!!!
Buona settimana.

dorisiana ha detto...

Si io lo lascio sempre in crema il budino di miglio; per i dolori muscolari utile anche l' impacco di argilla. Ciao!

Lisette ha detto...

be grazie a tutte...

Dorisiana, grazie 1000 per il consiglio. il mio è un caso un pò particolare, trattasi di dolori alla mandibola,ossia è tutta contratta e mi causa anche dolore alle orecchie.(io soffro di bruxismo da anni, ossia digrigno i denti la notte e porto il bite). secondo te ggli impacchi vanno bene anche per quella zona lì? grazie...

Damiana ha detto...

Quel tortino e quello sciroppo sono una favola.E' una ricetta molto originale e mi incuriosisce molto.Bentrovata Lisette, apresto!

Gunther ha detto...

complimenti per la preparazione, mi piace molto il miglio e spèsoato con il dolce non è niente male

dorisiana ha detto...

Si, l' argilla va bene anche per quella zona anche se è un po' difficile posizionare l' impacco; puoi provare anche a massaggiare la parte con olio di mandorle o e.v. di oliva al quale avrai aggiunto olio essenziale di lavanda (100 ml di olio, 2 ml di o. ess.); è antinfiammatorio e rilassante e prendere l' abitudine di usarlo tutti i giorni aiuta. Anche l' osteopata interviene per questi problemi. Ciao!

marta ha detto...

ma che bello questo budino, peccato che non ho l'agar agar in fiocchi...con quello in polvere combino sempre disastri e in più mi lascia sempre un gustaccio...quello in fiocchi devo ancora provarlo...
ciao ciao
marta

Lisette ha detto...

Damiana, grazie..;))

gunther grazie:))

Dorisiana ti ringrazio per gli utili consigli..

Marta,quello in polvere è più difficile da gestire...

Francesca ha detto...

Meraviglioso!!!! e meraviglioso anche il tuo blog...brava!

Isafragola ha detto...

Caio cara, spero tu stia meglio. hjo fatto questi budini, senza agar come suggerivi tu. Il gusto mi è piaciuto molto, ma erano troppo liquidi, riproverò aggiungendo poco poco agar per vedere se ottengo una consistenza migiore. Un bacino dal tupi