sabato 21 febbraio 2009

Pesto Mediterraneo (delirio estivo)


Delirio estivo all'ennesima potenza...questa mattina, visto lo splendido sole che troneggia nel cielo e il colore blu del lago che vedo dalla mia finestra, sono stata presa da un vero e proprio 'delirio estivo', me lo concederete dopo mesi e mesi di neve, nebbia e pioggia in ordine sparso...quindi questo, unito alla necessità di cucinare un piatto veloce e leggero per poter uscire presto e fare una camminata lungo il lago (mare ;-) di Neuchatel, ha fatto si che questa ricetta prendesse piede nella stagione sbagliata .

Il delirio infatti è continuato al supermercato quando su uno scaffale ho adocchiato dei bei pomodori rosso rubino, è vero che sono solanacee e quindi andrebbero evitate il piu' possibile, è vero che bisogna mangiare solo verdura di stagione, ma....non ho resistito alla tentazione, anche perchè c'era quella ricettina che da un pò mi ronzava nel cervellino (pesto 'mediterraneo', sa di caldo, mare, isole greche, bagni di sole)...mio marito mi guarda perplesso, ma alla mia promessa di una pasta con pesto originale, si convince.


  • 350 gr di spaghetti integrali, o riso o bulghur
  • 2 C di mandorle
  • 2 C pinoli
  • 2 C noci
  • 2 C olio extra vergine di oliva
  • 3 pomodori maturi a grappolo
  • 1 spicchio d'aglio
  • menta, peperoncino, sale.

Mettete nel mixer le mandorle, i pinoli, le noci, l'aglio e un pezzetto di peperoncino. Frullate per un minuto, unite i pomodori privati di pelle e semi, l'olio, la menta, sale e frullate ancora mezzo minuto. Versate il pesto in un'ampia ciotola e tenetelo al caldo.

Lessate gli spaghetti, scolateli al dente, versateli nel pesto, mescolate bene, decorate con foglioline di menta e servite subito. Inutile dire che è una ricetta che riscuoterà grande successo nel periodo estivo.

Ps. per problemi organizzativi ho usato pinoli e, invece di noci e mandorle che non avevo in casa, dei pistacchi, è venuto un pesto particolare, molto delicato e originale..da riproporre sicuramente anche con pomodori piu' saporiti.

Le solanacee contribuiscono ad aumentare l'acidità nel corpo e la loro natura espansiva è molto yin ma tutto sommato, come nella vita, ci vuole buon senso e equilibrio, quindi non dico di abbuffarsi di patate e pomodori o peperoni però d'estate ci si può concedere qualche pomodoro o una bella di melanzane alla parmigiana.

E' incredibile pensare quanto il cibo incida sul nostro corpo, infatti le persone che mangiano molta carne (quindi cibi molto yang) sono attratti da cibi yin apppunto come le solanacee, per riequilibrare e riportare armonia nell'organismo. Ci sarebbe altro da dire su questa interessantissima visione dell'alimentazione secondo i principi dello yin e dello yang, magari in un prossimo post....devo andare a crogiolarmi al sole!!! ;-))

5 commenti:

Anonimo ha detto...

questa ricetta mi sembra ottima!
bellissimo questo blog, non loconoscevo! sei proprio simpatica!
alessandra da forlì

Anonimo ha detto...

anche io come te preferisco mangiare cose di stagione, ma una volta ogni tanto si puo' fare uno strappo....bellissima la tua ricetta!!!!!!!Cari saluti.Marcella

Isafragola ha detto...

non so se invidiarti di più il pesto o la passeggiata al sole sul lungo lago ... La copierò sicuramente con i pomodori dell'orto!

Lisette ha detto...

grazie Isafragola! che carina che sei!

Chiara ha detto...

molto interessante questa ricetta, da provare!