martedì 27 gennaio 2009

Linguine di Riso con Tofu saltate al wok


Periodo difficile, ricerca di lavoro, curriculum da riordinare, agenzie interinali, incubi notturni ("Signorina, lei cosa puo' portare all nostra società? si definisca in tre aggettivi"...brrrr..un brivido che corre lungo la schiena...), tigli, valeriane, verbene a gogo..la mia natura ansiosa-insicura si risveglia, quindi in questo periodo incasinato mettiamo un pò d'ordine, se non nei pensieri (sono genere rimugina rimugina che..tanto non ti passa!! ) almeno in cucina, dove la mia testa riesce almeno ad avere un po' di quiete...quindi un piatto che mi piaccia, che mi soddisfi, bello ricco..cosa meglio del wok e della sua leggerezza nei condimenti ma al contempo la soddisfazione che provoca al palato il cibo saltato?


200 gr. circa di linguine di riso (io trovo alla Migros una linea di prodotti orientali a buon mercato, si chiama Thai Kitchen)

olio di sesamo q.b.

  • 1 pezzetto di zenzero
  • 1 panetto di tofu
  • 1 cipolla
  • 1 porro
  • 1 cavolo cinese
  • shoyu q. b.
  • aceto di riso q.b.

Scalda il wok sul fornello, aggiungi olio sesamo e un pezzetto di zenzero, quando l'olio è caldo aggiungi cipolla e fai soffriggere, unisci il tofu tagliato a cubetti o striscioline e fallo ben dorare, aggiungere il cavolo cinese e il porro affettati finemente, fai saltare fino a quando verdure risultano croccanti, aggiungi le linguine di riso precedentemente cotte in acqua e scolate, una spruzzata di shoyu e aceto di riso e infine unisci prezzemolo o fiocchi di nori o qualche foglia di coriandolo.

8 commenti:

Puccina ha detto...

Complimenti per la ricetta (e la foto... ahimé io sono proprio impedita...).
Ma il cavolo cinese si può sostituire secondo te con qualcosa di più nostrano? Io non ho idea di che cosa sia... :)

Lisette ha detto...

Ciao Puccina,
ma guarda che anche io non è che abbia chissà che conoscenze in materia di fotografia, fa tutto la macchina digitale automatica..;-), ma il cavolo cinese l'ho scoperto da poco qua in svizzera si trova ormai dapperttutto, non so a milano.io ho iniziato a usarlo dopo un corso di cucina per fare gli insalatini (si presta a essere pressato, è una buona fonte di “Lisina” un amminoacido che il nostro organismo non riesce a sintetizzare se non attraverso gli alimenti. Questo amminoacido aiuta l’organismo a purificare il sangue ed è ricco di vitamina C) comunque la ricetta si puo' fare con cavolo cappuccio tagliato finemente.
belle le tue ricette dei tegolini, me le sono già segnate! ;-)))

Puccina ha detto...

Grazie, Lisette! Userò il cavolo, ne ho giusto uno in frigo!
Comunque anch'io ho la macchina digitale, ma la mia si vede che è meno volenterosa e senza spirito d'iniziativa... :)

Anonimo ha detto...

questa tua ricetta mi sembra molto gustosa non vedo l'ora di provarla!!! brava! complimenti per il tuo blog, è molto molto interessante! lucia da caserta

Azabel ha detto...

Buona buona, me l'annoto!

/Buona fortuna per il lavoro... mamma com'e' dura... ma vedrai, andra' bene!

Lisette ha detto...

ciao Lucia, grazie mille!


Grazie Azabel, sei gentile!che agitazione pero'..buona giornata!

stelladisale ha detto...

ciao! ma quante belle ricette di quelle che piacciono a me! :-)

Lisette ha detto...

Grazie, anche le tue non sono male ;-)), grazie per il link!a presto!