venerdì 30 gennaio 2009

Azuki, Zucca e Kombu


In questo periodo in cui sento particolarmente la stanchezza ma ho bisogno di essere pimpante cerco di mangiare cibi che rafforzino e che diano energia.
Un piatto particolarmene curativo è Azuki, zucca e kombu, questo piatto contiene tre alimenti potentissimi sia quando vengono mangiati singolarmente ma ancora di piu' quando vengono cucinati insieme.
Questo piatto può essere preso tranquillamente anche tre volte la settimana da tutti ed è altemente consigliato quando ci sono problemi di salute come: debolezza, problemi mestruali, dolori articolari, osteoporosi, stitichezza.

  • 1 Tazza di azuki messi a bagno 6/8 ore o una notte
  • 2 tazze di zucca, in alternativa carote
  • 1 pezzo di alga kombu (5-10 cm)
  • 1 c sale marino
  • acqua 2 tazze

Lavare gli azuki e lasciarli in ammollo con la kombu. Mettere la kombu sul fondo di una pentola pesante, aggiungere la zucca tagliata a cubetti e sopra gli azuki. Coprire il tutto con acqua e cuocere a fiamma bassa per 45 minuti circa o fino a quando gli azuki non sono cotti, aggiungere il sale e lasciare altri 10-15 minuti. Servire con riso o altro cereale.

Per chi pensa che questa sia una cucina troppo difficile rispondo che è solo questione di organizzazione, ad esempio questo piatto può essere cucinato una domenica mattina anche in quantità maggiori e si conserva in frigo anche 3 giorni.

Stessa procedura per il riso integrale, è sufficiente cuocerne un paio di tazze e metterlo in un contenitore di vetro, poi di volta in volta si cucina il condimento, se si è di fretta basta anche una cipolla e una carota saltate in padella con olio, shoyu e prezzemolo.

Ultima cosa ci tenevo a mandarvi all'ultimo post di Stella di sale, penso che valga davvero la pena leggerlo, sono tutte argomentazioni che condivido pienamente ma che non ho ancora avuto tempo di pubblicare.

1 commento:

Anonimo ha detto...

ho seguito la tua ricetta...DELIZIOSA!!!
sei proprio bravissima! COMPLIMENTI!
d'ora in poi seguirò le tue ricette con molta attenzione!
mio marito non è molto d'accordo ma con le tue ricette forse ci ripenserà...
ciao da antonella